Primo premio al concorso PhotoMAARC 2020!

L’associazione MadeinMAARC, che ha realizzato un museo virtuale dell’astrattismo e architettura razionalista di Como, nel 2020 ha indetto il suo primo concorso fotografico: PhotoMAARC – “1925/1945 Edifici pubblici in Italia: razionalismi, classicismi e monumentalismi”. riporto qui l’OBIETTIVO DEL CONCORSO: Il concorso vuole porre l’attenzione sullo straordinario e complesso patrimonio architettonico appartenente al periodo che va dalla seconda metà degli anni ’20 alla soglia della seconda guerra mondiale (1925/1945), opere che hanno lasciato un’impronta profonda nel tessuto urbano delle città italiane. Molti di questi edifici hanno subito adattamenti, trasformazioni, cambi di destinazione d’uso, superfetazioni tali da averne compromesso la qualità originaria. …

incontro con Vittore Fossati

Questa estate ho avuto modo di partecipare a un nuovo incontro organizzato a Torino da Isole, spazio indipendente dedicato alla cultura della fotografia contemporanea e al libro d’artista, nell’ambito della rassegna I just look at pictures, viaggio nel photobook italiano. Si trattava del terzo appuntamento, cioè Abitare il deserto – dialogo tra Giovanni Zaffagnini e Vittore Fossati. Abitare il deserto è un progetto a cura di Giovanni Zaffagnini che ha portato a un volume edito da Osservatorio fotografico, di cui riporto una sintesi: “A trent’anni di distanza dalle Traversate del deserto, condotte nel 1986 da Gianni Celati con la partecipazioni di autori prestigiosi, …

Incontro con Giovanni Marrozzini: il mio reportage a disegnini

Il 14 dicembre Phom ha invitato presso la Scuola Holden di Torino il fotografo Giovanni Marrozzini e lo scrittore Angelo Ferracuti per parlare di fotografia, parole e viaggio. Marrozzini ha dominato la serata con grandi doti di raccontatore di storie ed istrione ed ha presentato tre suoi lavori di grande forza visiva: la sua fotografia assume infatti molto spesso connotazioni spirituali, raccontando di persone e di forze invisibili. Lo si vede bene ad esempio nelle fotografie africane di “Nouvelle semence”, anche se il lavoro più rappresentativo in questo senso è probabilmente una serie di ritratti realizzati anni fa ad emigranti italiani in Argentina. …

My back pages

Ho ritrovato una mia vecchia intervista realizzata da 10124, la ripubblico oggi perché mi fa capire cosa è cambiato (il lavoro, quello che ho sulla scrivania, il modo di intendere la fotografia che da “vedere” si sta trasformando in un “sentire” sempre però legato alla visione) e cosa è rimasto uguale (tutto il resto). RUBRICA 10X10 – LUCIO BELTRAMI   Lucio Beltrami si occupa di cartografia ma è un fotografo, per passione. E si vede. Dieci domande per lui. Cosa c’è sulla tua scrivania? Penne e pennarelli, eredità del mio passato da architetto Descrivi un tuo rito quotidiano Scattare fotografie immaginarie, con tanto …